Veleposlaništvo RS Rim /Notizie /
27.11.2017  

"Contemporaneamente Roma International Days" - Maribor 2012 tra le Capitali Europee della Cultura

Conferenza "Lungomare Mediterraneo"
15 novembre 2017 - 16 novembre 2017
Palazzo delle Esposizioni, Roma

Roma, 27 novembre 2017 – L'Ambasciata della Repubblica di Slovenia a Roma ha organizzato - insieme al Forum Austriaco di Cultura Italia, British Council, Istituto Bulgaro di Cultura, il network internazionale degli operatori culturali Culture Action Europe, Ambasciata di Croazia, Ambasciata di Malta, la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia e Roma Capitale – la conferenza sulle Capitali Europee della Cultura "Lungomare Mediterraneo" che si è tenuta in occasione dell'evento "Contemporaneamente Roma International Days, Beyond the obvious - Cultural Agora"  il 15 e il 16 novembre 2017 al Palazzo delle Esposizioni a Roma. Alla tavola rotonda sugli effetti sostenibili della più visibile iniziativa culturale europea sulla città, i suoi cittadini e sul paese in generale hanno partecipato dalla Slovenia Mitja Čander, ex direttore artistico del progetto Maribor 2012 - Capitale europea della cultura, e Alma Čaušević, coordinatrice della piattaforma per la promozione della poesia europea Versopolis.

La conferenza ha visto il primo giorno dedicato alla presentazione delle Capitali Europee della Cultura 2018-2020 Rijeka, Matera e La Valletta, il secondo giorno invece è stato dedicato a due tavole rotonde su come assicurare la sostenibilità del progetto e sugli aspetti di mobilità e migrazioni nell’ambito degli ECOC.

Mitja Čander, ex direttore artistico di Maribor 2012 - Capitale europea della Cultura, ha affermato nel suo intervento alla tavola rotonda "Creatività culturale e spazi urbani: come assicurare la sostenibilità" che Maribor è stata il primo esempio di una città piccola nel ruolo di Capitale europea della cultura (Cec) ed ha agito come modello per gli altri centri urbani di dimensioni ridotte a cui è stato poi attribuito tale titolo. "La cultura è fondamentale per la società e Maribor in questo riguardo ha esteso il concetto della cultura nell'ambito della coesione sociale includendo nel suo programma anche un'aspetto ecologico che nelle Capitali europee della cultura, di seguito, sono diventati sempre più importanti. Un altro successo di Maribor è stato il programma di collaborazione con le ambasciate e gli istituti di cultura di più di 40 paesi del mondo che hanno presentato le loro 'Ambasciate culturali' quell'anno a Maribor. Per non dimenticare la dimensione multimediale di Maribor 2012 che è stato anche un elemento innovativo nelle Cec", ha dichiarato Čander. "Questo - ha aggiunto - è l'effetto sostenibile ossia la 'legacy' che è rimasta nella nostra città, la quale ha condotto il progetto in un periodo di crisi finanziaria ed economica globale".

Alma Čaušević, coordinatrice della piattaforma per la promozione della poesia europea Versopolis, ha presentato la piattaforma europea e le possibili collaborazioni dei poeti dalle capitali europee della cultura.

Alla conferenza sulle capitali europee della cultura "Lungomare Mediterraneo" hanno presenziato anche il vicesindaco di Roma Capitale alla crescita culturale Luca Bergamo e vice-direttore della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia Vito Borrelli

 Vicesindaco di Roma Capitale Luca Bergamo

Mitja Čander e Ana Zavrtanik Ugrin, vicesindaco del Comune di Nova Gorica

Tra gli ospiti in platea potevamo annoverare anche Ana Zavrtanik Ugrin, vicesindaco del Comune di Nova Gorica che sta preparando la candidatura per la Capitale Europea della Cultura nel 2025.

 Ana Zavrtanik Ugrin, vicesindaco del Comune di Nova Gorica